Cerca
Sei in: Home > Tirocinio

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEGLI STAGE

La responsabilità della progettazione e dell'organizzazione del tirocinio è affidata al Coordinatore del corso che supervisiona anche l'adeguatezza delle strutture accreditate.Il Coordinatore si avvale della collaborazione dei tutor clinici, infermieri e caposala esperti, che si occupano dell'apprendimento e dell'inserimento degli studenti garantendo sicurezza sia per lo studente sia per il paziente.

Durante il triennio, lo studente effettuerà il tirocinio in diverse aree, tra le quali:

1° anno : reparti di area medica e chirurgica (generale e specialistica), residenze assistenziali per anziani, servizi territoriali di assistenza domiciliare.

2° anno : reparti di area medica e chirurgica (generale e specialistica), di area intensiva , rivolti a pazienti adulti ed in età infantile; servizi territoriali di assistenza domiciliare.

3° anno : reparti di area medica e chirurgica (generale e specialistica), di area critica , rivolti a pazienti adulti ed in età infantile; servizi territoriali di assistenza domiciliare, residenze assistenziali,servizi psichiatrici.

Nel corso del triennio , sono previsti :

- 2 stage di apprendimento al 1 ° anno della durata complessiva  di 450 ore circa

- 3 stage di apprendimento al 2 ° anno della durata complessiva  di 660 ore circa

- 3 stage di apprendimento al 3 ° anno della durata complessiva  di 810 ore circa

 

ORGANIZZAZIONE DELL'ORARIO

- L’orario deve rispettare il calendario accademico per quanto riguarda le pause degli
esami e le festività. Nel periodo di pausa esami è possibile programmare attività di
apprendimento in ambito clinico esclusivamente nel caso in cui ci sia una necessità
di recupero di ore perse e lo studente dia la propria disponibilità.
- L’articolazione dell’orario deve tenere conto delle migliori opportunità formative per
lo studente. Può essere programmata dal tutor (di norma dal lunedì al venerdì e
preferibilmente nei turni del mattino e del pomeriggio) compatibilmente con
l’organizzazione del servizio.
- Le attività possono essere programmate anche nei giorni di sabato e domenica, e
nel turno notturno, in particolari ed eccezionali casi, qualora il tutor lo ritenga utile
per specifici fini formativi.
- La presenza giornaliera dello studente è di otto ore, comprensive di trenta minuti di
pausa mensa, che possono essere aumentati a quarantacinque in caso in cui il
Servizio Mensa sia distante dalla sede dell’attività didattica. L’orario giornaliero
conteggiato per il raggiungimento del monte ore programmato è di sette ore e trenta
minuti, indipendentemente dalla durata della pausa mensa.
-La pausa mensa deve essere obbligatoriamente fatta dallo studente, non può
essere sostituita con una riduzione dell’orario di presenza, ad esempio con
un’ uscita anticipata.
-Qualora lo studente effettui il turno notturno le otto ore di presenza sono
conteggiate per intero.

MODIFICHE DELL'ORARIO

- L’orario di inizio del tirocinio coincide, di norma, con l’orario di inizio turno degli
infermieri, per quanto riguarda il turno del mattino. Per quanto riguarda il turno di
pomeriggio e di notte può essere deciso dal tutor un orario di inizio turno differente
in base alle opportunità formative
- Il prolungarsi della presenza dello studente nel servizio deve essere occasionale e
giustificata da effettive esigenze didattiche, le eventuali ore maturate in esubero
devono essere recuperate in accordo con il tutor, nel corso del tirocinio stesso.
-La riduzione occasionale di orario in entrata o in uscita su richiesta dello studente
deve essere preventivamente autorizzata dal tutor e può verificarsi solo in via
eccezionale.

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 30/09/2016 17:16
Campusnet Unito
Non cliccare qui!